Milano, donna si lancia da un palazzo con sua figlia di due anni

Redazione

Una madre ama suo figlio più di ogni altra cosa al mondo e darebbe la vita per lui, darebbe tutto pur di vederlo crescere il più sano e felice possibile.

Ma si sa la mente è fatta di meccanismi complessi ed inestricabili, ed è impossibile dire cosa scatti quando una mamma si trasforma invece nell’aguzzino del suo stesso figlio.

Due casi recentissimi hanno raccontato di mamme che hanno tolto la vita ai loro bimbi, uno appena venuto al mondo e l’altro di pochi mesi, ed in queste ore un caso analogo viene da Milano, anche se stavolta la piccola potrebbe vincere la sua battaglia per la vita.

Una donna di 43 anni con la sua bambina di due anni è precipitata dall’ottavo piano nella tromba delle scale di un palazzo di viale Regina Margherita, in centro a Milano.

La donna è morta sul colpo, mentre la piccola è stata trasportata in ospedale in condizioni gravissime. 

Purtroppo non si tratta di un incidente: alla donna le avevano infatti già tolto due figli, era seguita dai servizi sociali e avrebbe avuto in passato problemi di tossicodipendenza.

Da quanto si è saputo, la donna temeva che anche la bimba di 2 anni venisse affidata ad altri e ha quindi lasciato un messaggio d’addio su Instagram: nella sua mente meglio morire assieme alla sua bambina, piuttosto che vedersela togliere.

La bimba è stata operata ed è in prognosi riservata.

Next Post

Taranto, studente salvato dal professore di ginnastica

Tutti noi dovremo conoscere le tecniche basilari di primo soccorso, quelle che ci permettono di sfruttare i primi istanti in cui accade qualcosa, quelli che medici e soccorritori ripetono essere i più importanti per salvare la vita del malcapitato. E per fortuna un professore di educazione fisica di un istituto […]
Sanitari sequestrati a Napoli